In evidenza Partito Pirata Europeo Privacy Stato di diritto Tecnocontrollo

I “Five Eyes” chiedono all’UE di introdurre #chatcontrol e #messagescreening, così da rendere impossibile una crittografia # E2EE efficace

Riportiamo il comunicato dell’europarlamentare pirata Patrick Breyer sulle pressanti richieste per consentire #chatcontrol e #messagecreening in Europa.

SCREENING DEI MESSAGGI

Il piano: cerca in tutti i messaggi privati ​​con accuse penali automatiche

L’UE vuole lo screening e il monitoraggio completo di tutti i messaggi elettronici privati ​. La giustificazione è la ricerca di possibili contenuti pedopornografici. I fornitori di servizi di posta elettronica, messaggistica e chat dovrebbero essere autorizzati a cercare il contenuto di tutti i messaggi privati ​​senza sospetto per la pornografia infantile e giovanile nota e sconosciuta e per l ‘”inizio di contatti sessuali” con minori, anche con l’aiuto di una “intelligenza artificiale” soggetta a errori. Se un algoritmo segnala un caso sospetto, il contenuto del messaggio e i dati dei clienti possono essere inoltrati alle forze dell’ordine e alle organizzazioni non governative in tutto il mondo senza verifica umana. Le persone colpite non dovrebbero mai scoprirlo, indipendentemente dall’esito dell’esame.

Finora, i servizi statunitensi come GMail, Outlook.com e Facebook Messenger praticano lo screening sospetto di messaggi privati. La Commissione europea vuole obbligare tutti i fornitori a farlo in futuro.

Cosa c’entra questo con te?

  • Le tue foto di nudo potrebbero cadere nelle mani delle società statunitensi e della polizia, e potrebbero persino essere messe in circolazione, a causa di algoritmi di ricerca inaffidabili, indipendentemente dal fatto che tu sia maggiorenne o meno.
  • Si può essere innocentemente sospettati di possedere materiale pedopornografico. Le società statunitensi spesso mostrano foto di vacanze completamente legali con bambini sulla spiaggia (fino al 90% degli annunci pubblicitari automatici sono fuori target). Anche l’invio non richiesto di registrazioni vietate porta alla notifica al destinatario. Gli adolescenti che inviano foto di nudo autoprodotto sono particolarmente a rischio di essere denunciati: il 40% delle indagini sulla “pornografia infantile” sono dirette contro i minori.
  • Grandi problemi potrebbero aspettarti nel tuo prossimo viaggio all’estero . Le segnalazioni di transazioni sospette dovrebbero essere inoltrate in modo incontrollabile a stati come gli Stati Uniti, dove non esiste alcuna protezione dei dati, con conseguenze imprevedibili.
  • I tuoi messaggi privati e flirt possono essere letti se gli scanner ritengono di aver riconosciuto un “tentativo di iniziazione”.
  • Se la crittografia sicura viene aggirata per essere schermati, i tuoi messaggi privati ​​non sono più al sicuro dalla sorveglianza di massa da parte di servizi segreti e hacker. Gli informatori che scoprono rimostranze ad alto rischio e gli attivisti per la democrazia nelle dittature possono costare la loro libertà!

Il programma

Sono attualmente in corso i negoziati a tre sul disegno di legge , in cui rappresentanti del Parlamento europeo stanno negoziando con i governi dell’UE con la partecipazione della Commissione europea. Le varie posizioni delle tre istituzioni sono elencate in dettaglio qui . Le organizzazioni per la protezione dei bambini esercitano una pressione enorme. Tutti i gruppi in parlamento vogliono consentire la ricerca sospetta, ad eccezione dei Verdi / Alleanza libera europea e del GUE (a sinistra). La legge verrà approvata all’inizio del 2021.

La Commissione UE vuole presentare una seconda bozza di legge entro la metà del 2021, che costringerà tutti i fornitori di servizi di posta elettronica, messaggistica e chat a setacciare messaggi privati ​​su tutta la linea e senza necessità di un legittimo sospetto.

Secondo una sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee , l’analisi automatizzata permanente e completa della comunicazione privata è illegale e vietata (punto 177). Per questo motivo, l’eurodeputato Patrick Breyer ha denunciato le società statunitensi Facebook e Google alle autorità per la protezione dei dati per aver violato il Regolamento generale sulla protezione dei dati.

Prossime date (soggette a modifiche)

  • 14 gennaio 2021: negoziati tecnici interni del Parlamento europeo
  • 15 gennaio 2021: negoziati tecnici tra Consiglio, Commissione e Parlamento (trilogo tecnico)
  • 18 gennaio 2021: riunione del relatore ombra dei negoziatori del Parlamento europeo
  • 19 gennaio 2021: negoziati tecnici interni del Parlamento europeo
  • 20 gennaio 2021: negoziati tecnici tra Consiglio, Commissione e Parlamento (trilogo tecnico)
  • Probabilmente alla fine di gennaio: negoziati sul trilogo tra Consiglio, Commissione e Parlamento (trilogo politico)
  • Probabilmente la seconda settimana di febbraio: voto al Parlamento europeo

Cosa puoi fare

  • Parlane! Parla agli altri dei pericoli delle macchine sospette.
  • Informa gli altri! Pubblica sui tuoi account di social media i pericoli delle macchine del sospetto! Ad esempio, condividi questa pagina o crea video.
  • Aumenta la pressione sui responsabili! Si prega di contattare i deputati responsabili Birgit SIPPEL , Javier ZARZALEJOS , Sophia IN ‘T VELD , Annalisa TARDINO , Patrick BREYER , Jadwiga WIŚNIEWSKA e Cornelia ERNST . E contattare le rappresentanze permanenti dei governi (persona di contatto per la rappresentanza permanente della Germania presso l’UE: info@bruessel-eu.diplo.de, Tel. + 32-27871000, Fax + 32-27872000) o il Ministero degli interni via e-mail o telefono (Contatto: Ministro federale degli interni Seehofer a poststelle@bmi.bund.de, Ministro federale della giustizia Lambrecht a poststelle@bmjv.bund.de).
  • Parla con i tuoi fornitori! Evita GMail, Facebook Messenger, outlook.com e la funzione chat di X-Box, che è già stata scansionata senza sospetti. Chiedete al vostro provider di posta elettronica, messenger e chat se intendono cercare contenuti vietati nei messaggi privati ​​senza sospetti.

10 argomenti contro la sorveglianza di massa dei messaggi privati

  1. La sorveglianza di massa è inefficace. Il numero di segnalazioni, che aumenta di anno in anno, mostra che la diffusione della pornografia infantile non può essere contenuta in questo modo e che i canali crittografati non vengono registrati sin dall’inizio. La strada giusta sono le indagini sotto copertura negli “anelli di scambio”.
  2. La sorveglianza di massa criminalizza i minori. Il 40% delle indagini sul possesso di “pornografia infantile” in Germania sono dirette contro minori che condividono tali immagini per ragioni completamente diverse dagli adulti, ad esempio per disattenzione, per “divertimento” o per dare l’allarme.
  3. La sorveglianza di massa è particolarmente dannosa per i giovani e le vittime di abusi. Non è raro che i giovani inviino foto di se stessi nudi che tali algoritmi minacciano di finire nelle mani sbagliate. E le vittime di abusi necessitano di canali di comunicazione privati ​​per ottenere consigli e aiuto (ad esempio da avvocati e psicologi), per scambiare idee ed essere in grado di segnalare informazioni riservate.
  4. La sorveglianza di massa rende difficile perseguire gli abusi sui minori. Spinge la comunicazione criminale sottoterra, dove difficilmente può essere monitorata. Inoltre, il rischio di essere segnalati e gli account bloccati possono dissuadere gli utenti dal segnalare “pornografia infantile”.
  5. La sorveglianza di massa minaccia la crittografia sicura senza backdoor , perché esclude una ricerca di contenuti. La crittografia sicura protegge le minoranze, le persone LGBTQI, i dissidenti politici, i giornalisti, ecc.
  6. La sorveglianza di massa colpisce erroneamente migliaia di persone. Secondo la polizia federale svizzera, il 90% dei contenuti visualizzati tramite gli USA (NCMEC) non è penalmente rilevante, come le foto delle vacanze sulla spiaggia con bambini nudi.
  7. La sorveglianza di massa privatizza le forze dell’ordine , che in uno stato costituzionale appartiene alle mani di funzionari indipendenti sotto controllo giudiziario.
  8. La legge è inefficace. Non consentirà a Facebook & Co. di continuare la sorveglianza di massa. L’eccezione pianificata alla direttiva e-privacy non influisce sul regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Secondo il GDPR, la sorveglianza di massa rimane illegale a causa della mancanza di una base giuridica e di proporzionalità. Un reclamo presentato da Patrick Breyer è già stato presentato all’autorità di controllo della protezione dei dati.
  9. La legge è contraria ai diritti fondamentali e non sarà in tribunale. Secondo la giurisprudenza della Corte di giustizia europea, l’analisi automatizzata permanente della comunicazione è proporzionata solo se limitata ai sospetti (causa C-511/18 , punto 192).
  10. La legge rappresenta una violazione del diritto fondamentale al rispetto della privacy: la stessa infrastruttura sarà utilizzata in futuro per la ricerca di violazioni del copyright, insulti e contenuti di interesse per i servizi segreti? I nostri smartphone e computer verranno perquisiti senza sospetti, lettere aperte senza sospetti e appartamenti privati ​​intercettati con “intelligenza artificiale” per rilevare la “violenza” in futuro per la “protezione dei bambini”?

Opinioni e articoli di base sullo screening delle notizie