Libertà di informazione Partito Pirata Europeo

Adozione del controverso regolamento UE antiterrorismo internet TERREG: libertà di espressione e di stampa in pericolo

Riportiamo il comunicato del Partito Pirata Europeo a proposito del voto della commissione LIBE sul regolamento TERREG.

Bruxelles, 12/01/2021 – Ieri sera la commissione per gli affari interni del Parlamento europeo (LIBE) ha adottato il regolamento per impedire la diffusione di contenuti terroristici online (TERREG). [1]

Il membro del comitato Patrick Breyer (Partito pirata), che ha partecipato ai negoziati in qualità di relatore ombra del gruppo Verdi / ALE, commenta:

“Abbiamo ottenuto importanti successi parziali: prevenire l’obbligo per le piattaforme di utilizzare filtri di caricamento soggetti a errori, proteggere esplicitamente il giornalismo, l’arte e la scienza e introdurre un’eccezione per i piccoli operatori e non commerciali dalla scadenza di 1 ora per l’eliminazione. Tuttavia, gli ordini di rimozione transfrontaliera ultrarapidi senza precedenti senza controllo giudiziario minacciano la libertà di espressione e la libertà di stampa online.

Il fatto che Victor Orbán sarà in grado di eliminare i contenuti digitali in tutta l’UE apre la porta a una censura di Internet motivata politicamente , soprattutto perché la definizione di terrorismo è allarmante ampia e suscettibile di abusi. Le leggi antiterrorismo sono state più volte utilizzate per scopi completamente diversi, ad esempio contro il movimento indipendentista catalano, contro le proteste sociali in Francia, contro gli attivisti per il clima e gli immigrati . Gli ordini di allontanamento transfrontalieri armonizzano la libertà di espressione in Europa al minimo comune denominatore. Costituiscono inoltre un precedente e devono essere generalmente introdotti con la legge sui servizi digitali. In linea con la sentenza del tribunale sulla legge anticostituzionale francese sull’AVIA, questo regolamento Internet anti-terrorismo dell’UE di vasta portata limita probabilmente in modo sproporzionato il diritto fondamentale alla libertà di espressione e sarà annullato dai tribunali. [2] Niente è più inefficace contro il terrorismo della legislazione abrogata.

Nel complesso, è improbabile che questo regolamento prevenga gli attacchi terroristici. Per prevenire la radicalizzazione e il reclutamento dei terroristi, avrebbe più senso affrontare rimostranze legittime come la discriminazione contro i musulmani e le violazioni dei diritti umani e fornire finanziamenti stabili per il lavoro della società civile contro l’ideologia dell’odio e l’islamismo, nonché la deradicalizzazione e programmi di uscita. Infine, è essenziale perseguire con determinazione il terrorismo e i messaggi che incitano ad azioni terroristiche. Troppo spesso i terroristi sono noti alla polizia da molto tempo, ma le loro tracce non sono state seguite. Tuttavia, il nuovo regolamento sui contenuti terroristici online non obbliga le piattaforme a segnalare alla polizia i discorsi di terroristi criminali, perché i governi ritengono che il perseguimento sistematico sia troppo faticoso. Questo è scandaloso. “

La plenaria del Parlamento europeo voterà a breve sul regolamento, possibilmente in aprile. Si applicherà un anno dopo la sua adozione.

[1] Testo preliminare del regolamento: https://www.patrick-breyer.de/wp-content/uploads/2021/01/LIBE_TCO_COREPER_Version_16-DEC-2020.pdf

[2] Confronto con la sentenza sulla legge francese AVIA: https://www.patrick-breyer.de/?p=593729&lang=en

Maggiori informazioni sui negoziati: https://www.patrick-breyer.de/?p=590541&lang=en

0 comments on “Adozione del controverso regolamento UE antiterrorismo internet TERREG: libertà di espressione e di stampa in pericolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.